WORKSHOP DECRETO RINNOVABILI ISOLE MINORI
(Rivolto a Comuni e Società Elettriche delle isole minori non interconnesse)
ANTEPRIMA GREENING THE ISLANDS CONFERENCE

Non molti sanno che nelle circa 500 mila isole del mondo l’energia elettrica è ancora prodotta in gran parte da gruppi elettrogeni a gasolio, questo perché, nonostante ci siano stati negli ultimi anni notevoli evoluzioni nelle tecnologie di produzione dell’energia elettrica, le isole sono state spesso trascurate rispetto alla terra ferma essendo viste come luoghi di vacanza e non dove popolazioni vivono in grande difficoltà.

L’evoluzione tecnologica nella produzione di energia da fonti rinnovabili e l’abbattimento significativo del loro costo non può però passare inosservato e, in tempi in cui la razionalizzazione dei costi è diventata una priorità per i governi, l’avvio della transizione energetica anche nelle isole è una priorità. Comuni e Società elettriche in sinergia hanno l’opportunità di guidare insieme questo cambiamento creando sviluppo economico e occupazione anche creando un nexus con altri comparti, in primis il turismo.

L’articolo 1, comma 6-octies, del decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145 e il decreto attuativo conseguente, recentemente firmato dal MSE, sanciscono l’avvio di una transizione energetica delle isole minori Italiane verso un innovativo modello di applicazione delle nuove tecnologie. Lo stesso Ministro Galletti intervenendo al COP21 ha ripreso le Recommendations for COP21 elaborate dai Governi delle isole del Mediterraneo al Greening the Islands – International Conference di Malta, ed ha parlato delle isole minori come laboratorio per i cambiamenti climatici.

Gestire questa transizione però non è affatto semplice soprattutto quando la produzione di energia dalle rinnovabili è scarsamente programmabile (sole e vento); si pensi che fino a qualche anno fa per garantire la stabilità della rete elettrica era opportuno non superare un limite intorno al 20% di contributo rinnovabile rispetto alla produzione tradizionale ma ora, grazie alle nuove soluzioni di smart grid e sistemi di accumulo, questo limite può essere agevolmente superato. Inoltre, nella pianificazione di nuovi assetti di rete vanno considerate le problematiche legate all’alta variabilità del fabbisogno dovute all’afflusso turistico.

Va sottolineato che le problematiche tecniche però non sono le sole a rendere complessa la pianificazione della produzione sulle isole; le questioni normative e regolamentari, di finanziabilità degli interventi, nonché quelle relative al territorio e al paesaggio e agli aspetti autorizzativi, oltre al coinvolgimento e la sensibilizzazione delle popolazioni locali sono aspetti di grande attenzione in questo processo. Quindi, quali potrebbero essere i possibili scenari? Quali le azioni necessarie dei governi locali e delle istituzioni preposte? Come le società elettriche, che sono chiamate a svolgere un ruolo trainante come recita il decreto nel passaggio alle rinnovabili, possono essere veicolo di innovazione in collaborazione con i Comuni isolani senza compromettere la sicurezza di approvvigionamento? E, infine, cosa offrono le aziende che fanno innovazione? Quale il ruolo dei cittadini isolani e come coinvolgerli?

Il workshop di Greening the Islands, organizzato in collaborazione con The Green Consulting Group, vuole approfondire le opportunità e le problematiche del decreto in oggetto oltre alle altre opportunità di finanziamento come bandi europei, PON e POR, aprendo il dibattito fra i principali attori coinvolti, in primis Comuni e Società Elettriche delle isole minori non interconnesse. L’appuntamento di Palermo si propone altresì di essere un’anteprima dell’evento internazionale che si terrà il 28, 29 e 30 Settembre a Ischia così da smarcare alcuni punti nodali prima dell’appuntamento internazionale in cui il Decreto Isole Minori Italiane sarà sotto lente di ingrandimento e oggetto di discussione con gli altri governi delle isole, le istituzioni, aziende di respiro internazionale, investitori e i media.

PROGRAMMA

10.30 Registrazione dei Partecipanti e Welcome Coffee
10.50 Introduzione & Moderazione: Gianni Chianetta – Direttore, Greening The Islands/The Green Consulting Group
11.00 Saluti
Giannina Usai – Segretario Generale ANCIM (Associazione Nazionale Isole Minori)
Giovanni Taglialatela – Presidente UNIEM (Unione Nazionale Imprese Elettriche Minori)

11.20 Francesco Pezone – Legal Partner TGCG / Filippo Martines – Technical Partner TGCG
Quadro normativo e regolamentare isole minori. I processi autorizzativi per le rinnovabili. Le proposte di semplificazione.
Dibattito con i partecipanti

12.00 Emilio Sani – Legal Partner TGCG
Focus su analisi Decreto Isole Minori, opportunità e criticità. Aspetti regolatori connessi. Il ruolo dell’Autorità e degli altri Enti preposti. Altre opportunità di finanziamento: bandi europei, PON e POR.
Dibattito con i partecipanti

13.00 Pranzo e networking
14.00 Enrico Benigni, Valecap- Finance Partner
Operazioni di finanziamento e servizi di investment banking nel settore delle energie rinnovabili, con particolare riferimento al Decreto delle Isole Minori.
Dibattito con i partecipanti

14.40 Antonio Carrano – Technical/Grid Partner
La rete elettrica delle isole minori, problematiche, pianificazione e integrazione delle rinnovabili con la produzione tradizionale.

Case Study SMART GRID: GREEN NICE ISLAND – Pasquale Di Donna, Italy Business Developer – Energy Storage Solution – Socomec
Case Study STORAGE: HYBRID PROJECT MALDIVE – Mario Vona, Sales Manager Energy Backup – FZ Sonic
Dibattito con i partecipanti

15.30 Carlo Zuccaro/Attilio Piattelli/Matteo Ernandes – Technical/Renewable&Energy Efficiency Partners TGCG
Applicazione delle energie rinnovabili e creazione di smart grid e sistemi di accumulo per una produzione integrata con i generatori tradizionali esistenti.
Dibattito con i partecipanti

16.20 Cecilia Bergamasco – Communications Partner TGCG / Greening the Islands
Il coinvolgimento e la partecipazione del territorio nello sviluppo di un’isola a emissioni zero, la comunicazione ed i progetti sociali per i cittadini e per le scuole.
Dibattito con i partecipanti

17.00 Conclusioni

*al workshop saranno invitate società/organizzazioni per integrare il seminario con esempi di buone pratiche sia nell’innovazione tecnologica che nelle soluzioni in senso lato.